El Mastaba

All’arrivo a Berlino ci ha ricevuto all’aeroporto il sig. Claudio Cassetti, ci ha accompagnato ai nostri alloggi.
Le nostre valige Gianna ed io sono state smarrite, ciò mi ha creato un problema con il medicinale giornaliero, con l’intervento di Claudio, mi ha risolto tale disagio subito con la ricetta rilasciata del medico dell’ospedale. Le valige sono state consegnate il giorno dopo.

Lunedì 31 aprile,
si è continuata con Sig. Claudio, per la messa appunto del programma, con alcuni piccoli cambiamenti. Si è parlato delle attività del volontariato a Berlino e del ruolo dello stato nel sostegno nei processi d’integrazione.

Nel pomeriggio siamo stati ospiti dal signor Herbert Spindler, ci ha parlato del sistema sociale tedesco, il welfare e l’immigrazione e l’asilo politico, e l’intervento dell’assistenza sociale ai cittadini poveri circa 380€ mensile con l’aiuto per il canone dell’affitto della casa. Questo servizio si estende ai cittadini stranieri residenti a Berlino, è circa il 25% dei 3,5 milioni che vivano a Berlino. Approfondendo l’argomento del volontariato è apparso il ruolo dello stato e il suo sostegno nell’attività dell’associazioni e le organizzazioni del volontariato.
I rifugiati in fase della presentazione della richiesta di asilo si sostengono economicamente, con somma pari all’assegno sociale una parte in denaro 140€ in contanti e il resto, un buon acquisto.

Un trattamento simile anche in Italia nel progetto SPRAR. (Caritas,ARCI,….).

Nella serata siamo incontrati con le amiche Karin e Helga volontarie del Kiezklub, al centro Sony, maestoso e colorato per la cena del Benvenuto. Abbiamo passato una bella serata specialmente il cibo era buono e abbondante per me (!).

Abbiamo visitato la seda dell’associazione”AWO”. Incontrando con la sig.ra Piera un’operatrice volontaria che coordina un gruppo di lavoro Manuale, le partecipanti sono un gruppo di donne di varie nazionalità (Gisasu – Iran, Ingert- Germania, Fatima- Turchia, e altre di Ucraina, Russia….).
Il lavoro prodotto si vende nelle feste come sorta di mercatino come raccolta fondi per il sostegno e cooperazione internazionale.

Nel pomeriggio siamo andati all’Isola dei Musei abbiamo visitato Pergamonmuseum.
Uno dei musei più visitati a Berlino, è alla cima della lista dei Top dieci Musei.
Non abbiamo visitato il museo dove è posto il busto di Deferiti.

Giovedì 3 aprile,

Un incontro con Sig.Claudio nel mattino, abbiamo visitato la zona di Treptow Park, con il memoriale Russo. Abbiamo fatto una passeggiata alla sponda del fiume Sprea.

Nel pomeriggio siamo andati alla casa delle generazioni, legata all’Officina per il disabile di Lichtenberg, una struttura moderna con tante attività, dove offre servizio Bar e cucina per pasti economici, Sara la brava barista mi ha servito un buonissimo dolce, lei una giovane disabile, un salone per incontri e tempo libero, un angolo con tavoli per pranzo. Nel giardino c’era un ritrovo di un gruppo di mamme con i loro piccoli e piccolissimi figli per un pranzo corale, tanti piatti di diverse cucine Somala, Eritrea, tedesca, turca……, erano gli abitanti vicini della Casa. Un altra parte del giardino dedicato ai giochi per bambini, genitori e angeli e tanti divertimenti correndo, saltellando con gioia. Una sala corsi di ballo e sport, con partecipanti di varie.

 

This entry was posted in Toscani in Berlin April 2014, Traveling volunteers, with migrants and tagged . Bookmark the permalink.